Una proposta: condividiamo le letture dell'estate
Proponiamo di condividere le letture estive, segnalando a questo sito le pagine preziose che non debbono cadere nell'oblio.
Comincio io, se permettete, proponendo il libro Prima che l'amore finisca di Raniero La Valle: si tratta di uno sguardo informato e illuminante sugli ultimi quaranta anni della nostra storia.

Ecco un brano del libro, da pag. 70 e 71:
Il Concilio Vaticano II ha giocato la Chiesa sulla causa del’unita’ di tutta la famiglia umana; nella costituzione dogmatica “Lumen Gentium” ha proclamato la Chiesa stessa come “segno e strumento dell’intima unione con Dio e dell’unità di tutto il genere umano”. Su questa unità il Concilio ha investito i suoi tesori e a essa ha sacrificato molto. …
Oggi è proprio questa che è in gioco, ciò che oggi si perpreta è la rottura dell’unità del mondo. Questo è ciò che si sta facendo. Se tutto il mondo non si può sviluppare, perché nel mercato globale sono finite le illusioni di uno sviluppo universale e continuo, che cresca e si arricchisca almeno una parte. Gli appagati e gli esclusi.
Se il cibo non si può distribuire a tutti, e nemmeno per il 2015 si potrà dimezzare, come si era sperato, il numero di quel miliardo e trecento milioni di persone che vivono nella povertà assoluta, con meno di un dollaro al giorno, che almeno siano abbondanti le mense degli altri. I sazi e gli affamati.
Se il lavoro umano deve essere distrutto, perché è il fattore più caro tra i costi di produzione, lo si conservi solo per coloro che non possono essere sostituiti dalle macchine. I necessari e gli esuberi.
Se tutta la terra non si può salvare, perché i mari si innalzeranno, e ci sono isole, e continenti, e popoli a perdere, che si attrezzi e si cinga di mura, e si riempia di armi quella che deve sopravvivere, che non deve naufragare. I sommersi e i salvati.
Questa è la scelta fatta dall’attuale sistema dinanzi alla crisi da esso stesso prodotta. Il mondo non si può aggiustare: perché allora perire tutti? La risposta è la Grande Selezione. …
Don Paolo

 

Parrocchia S.S. Ilario e Donato - Via Cesare Battisti, n.129 - 63021 Amandola (FM) - Tel +39 0736 848644
e.mail: info@amandolaparrocchia.it